Home
Documenti
Articoli
Mostre
Foto Canarini
Divulgative
 

Articoli pubblicati:

Il canarino BORDER 
(di Giuseppe Fiore)

Japan HOSO
(di Giuseppe Fiore)





Invia i tuoi articoli 
saremo lieti di pubblicarli


 

 LANCASHIRE

Cenni storici

 

E’ il gigante della canaricoltura, raggiungente, nei migliori soggetti del  XIX secolo i 23 cm di taglia. Le origini di questa razza sono incerte. Era già presente nel XVIII secolo, allevato nella città di Manchester e nei paesi vicini. Frammentarie notizie indicano i progenitori nel grande “Olandese” accoppiato a Bossu di gran taglia.

Il clima diverso e le selezioni pazienti e costanti possono aver prodotto questo canarino gigante che fu chiamato “Manchester Coppy” perché allevato nell’omonima città del Lancashire. 
Il ciuffo “coppy” era a ferro di cavallo, ossia ad “U”. Fu intensamente allevato ed esportato fino ai primi anni del secolo scorso; ma la scarsa prolificità, e soprattutto il grande interesse per la 
nuova razza Yorkshire, fecero declinare l’allevamento e gli antichi ceppi di “Lancashire” si estinsero 
nei primi decenni del XX secolo. Nel 1970 è sorta la “OLD VARIETIES CANARY ASSOCIATION” che sta tentando di ricreare la razza in collaborazione con altri organismi europei. In questi ultimi 
anni si sono ottenuti e si vedono in giro alle varie mostre ornitologiche soggetti di gran taglia; ma 
che ancora non hanno il ciuffo ad “U”; questa caratteristica sembrerebbe.

I colori ammessi sono soltanto i due lipocromici, cioè il giallo (intenso e brinato) ed il bianco, 
con un’eventuale screziatura nel ciuffo. Non è ammessa la colorazione artificiale.
   

 


DESCRIZIONE DELLA RAZZA

Anche in questa razza, come per le altre razze del canarino in cui è presente la caratteristica del “ciuffo” avrà due voci per la testa. “Planeihad” per la varietà testa liscia e “Coppy” per la varietà ciuffata. La testa nei planehiad sarà larga e lunga, appiattita al centro, sopraccigli ben pronunciati che non copriranno eccessivamente gli occhi. Nella varietà coppy, invece il ciuffo sarà a forma di cavallo (ossia a semi corona frontale) con attacco dietro la linea degli occhi verso la parte anteriore e che scende sin quasi la punta del becco. E’ richiesta la più assoluta mancanza di ciuffo sulla nuca. Collo ben visibile, quindi, lungo, robusto, pieno, con piume morbide e ben aderenti, piantato su delle spalle larghe, piene, rotonde ma non alte (come nello Yorkshire).

 Il corpo avrà un dorso ben pieno e lungo che forma una leggera curva fino alla base della coda.

Petto robusto e ben evidente, ma basso e rientrante gradatamente verso la gola e non alla base del collo Le ali saranno lunghe, l’attaccatura ben visibile.

La posizione eretta, quasi verticale, farà  conferire eleganza ed atteggiamento ardito al soggetto. Zampe lunghe e forti, non dovranno essere rigide, ma leggermente flesse con una parte della tibia ben visibile.

 In posizione la coda dovrà abbassarsi leggermente conferendo al volatile, l’apparenza di una leggera curva dal becco all’estremità della coda. Piumaggio abbondante e molto lungo; ma aderente al corpo. Pulizia al massimo grado.

E’ ammessa la varietà gialla unicolore  (intenso o brinato) o bianco unicolore; sarà tollerata soltanto una leggera screziatura d’altro colore nel ciuffo.        


                                                                      Giuseppe Fiore

Site Map